Viaggi e Web 2.0

Home » Viaggi » Scozia, 5 tappe da non perdere

Scozia, 5 tappe da non perdere

Fuori tira un vento gelido, la legna scoppietta nel camino e l’ispirazione di oggi è parlarti della Scozia, una terra affascinate ricca di storia e di storie, dai paesaggi selvaggi e suggestivi che custodisce una tradizione antichissima di leggende e magia.

Situata nella parte più settentrionale del Regno Unito, lambita dal Mare del Nord e dall’Oceano Atlantico, in Scozia sembra che il tempo si sia fermato e che la natura prenda il sopravvento sull’uomo con i suoi spazi sterminati.

Scozia, 5 tappe da non perdere

Covesea Skerries Lighthouse sits on a rocky headland on Lossiemouth’s West Beach.
Credit: VisitScotland / Kenny Lam

Ad affascinare però non è solo la natura imponente ma sono anche le atmosfere gotiche e i numerosi castelli che hanno ispirato grandi scrittori e cineasti.

Capitale della Scozia: Edimburgo

Il nostro tour non può non partire dalla capitale Edimburgo, una delle più belle d’Europa. Situata alle pendici di una serie di colline Edimburgo, conosciuta anche come “l’Atene del Nord”, ha un’atmosfera romantica e intima grazie ai suoi vicoli angusti e pittoreschi e ai suoi numerosi monumenti storici, ma è anche una città estremamente moderna e multiculturale.

Famosa per il suo fermento artistico, con una grande tradizione di teatranti e artisti di strada, Edimburgo è una città molto vivace e divertente intrisa del tipico senso dell’umorismo per cui gli scozzesi sono famosi in tutto il mondo. Per vivere a pieno lo spirito scozzese è obbligatorio un giro nei tipici pub della città.

Scozia, 5 tappe da non perdere

Sygn Bar
Is a hip, retro-styled cocktail bar/diner a bar tucked away behind Shandwick Place on Charlotte Lane. It offers a mixed menu with steaks, pizzas, burgers and cocktail pitchers. The bar is modern and elegant with all efforts focused on making really good cocktails.
15 Charlotte Lane, Edinburgh, Midlothian, EH2 4QZ
Phone: 0131 225 6060
Credit: VisitScotland / Grant Paterson

La maggior parte dei locali tradizionali sono concentrati nella Old Town all’interno di palazzi storici.
Qui si respira un’atmosfera speciale spesso animata da spettacoli e concerti e si possono degustare ottime birre, whisky e distillati scozzesi accompagnati dalle specialità gastronomiche del posto.

Simbolo della capitale è il Castello di Edimburgo che dall’alto della rocca domina la città.

Scozia, 5 tappe da non perdere

Edinburgh Castle and the Ross Fountain in Princes Street Gardens
Credit: VisitScotland / Kenny Lam

Passeggiando per la Royal Mile, la via principale, troviamo il Museo degli Scrittori, dedicato a Robert Burns, Walter Scott e Robert Louis Stevenson, e lo Scotch Whisky Heritage Centre, il museo della bevanda nazionale scozzese.

La Royal Mile ci accompagna direttamente all’elegante palazzo reale di Holyrood, in cui è possibile visitare le camere storiche di Mary Stuart.

Infine, per gli amanti del gotico e delle leggende metropolitane più inquietanti, un tour nei sotterranei della città nella Real Mary’s Kings Close, non deluderà le aspettative.

Highlands

Le Highlands, a nord ovest della regione, sono la parte più selvaggia della Scozia. Qui si susseguono luoghi da cartolina con paesaggi indimenticabili fatti di montagne imponenti, laghi, foreste secolari, vallate solitarie, fiordi profondissimi e scorci di oceano che hanno alimentato miti e leggende in perfetto stile fantasy.

Pochissimi i villaggi abitati della zona, che rappresentano un ottimo punto di partenza per passeggiate ed escursioni ma anche per tour in auto tra scenari incontaminati immersi nel silenzio e nella natura.

Alcuni dei simboli di questa zona che meritano una visita sono:
– Il castello di Eilean Donan: il più fotografato della Scozia, circondato da laghi e montagne, sorge su un’isoletta collegata alla terraferma da un ponte in pietra.

Scozia, 5 tappe da non perdere

Eilean Donan Castle on Loch Duich at Dornie
Credit: VisitScotland / Kenny Lam

– La valle di Glencoe: una delle località più suggestive e spirituali della Scozia. Le montagne che la circondano si sono formate diversi secoli fa in seguito all’erosione glaciale e alle eruzioni vulcaniche e la zona è anche nota come la capitale delle attività all’aperto del Regno Unito.
Glenfinnan: luogo in cui sorge il monumento che ricorda l’inizio della rivolta giacobina, affacciato sul fiordo e incorniciato dalle montagne. Da qui si può ammirare uno dei tramonti più emozionanti.
Altra nota di colore: qui si trova il viadotto su cui viaggia l’Hogwarts Express, il treno a vapore di Harry Potter.

Loch Ness, la leggenda della Scozia

Il famoso lago stretto e lungo 37 chilometri, si dice che ospiti il leggendario mostro Nessie, una creatura simile a un dinosauro timida e schiva che ha solleticato le fantasie popolari da tempi molto antichi.
Sembra, infatti, che il primo avvistamento della creatura risalga addirittura al 564 quando, leggenda narra, il monaco irlandese san Colombo ricacciò dentro le acque del lago il mostro che aveva divorato un suo servitore.
Il mito è in realtà collegato allo spirito dell’acqua di cui è ricco il folklore scozzese. Che si riesca o meno a vedere e immortalare Nessie, una visita a Loch Ness vale comunque la pena per i meravigliosi paesaggi che la circondano.

Scozia, 5 tappe da non perdere

A view of Loch Ness, looking south from the village of Dores
Credit: VisitScotland / Stuart Brunton

Da segnalare le visite al castello di Urquhart, al piccolo villaggio di Fort Augustus, alla cascata di Foyers, alla valle di Stratherrick e a Glen Affric.

Isola di Skye

Una delle isole più romantiche e suggestive, con una costa frastagliata ricca di montagne e aspre vallate, l’Isola di Skye ha un fascino antico che custodisce e tramanda la cultura e la lingua gaelica.

tappe da non perdere

ISLE OF SKYE ROAD BRIDGE AND ISLE OF SKYE FROM VIEWPOINT AT KYLE OF LOCHALSH, SPRING
Credit: VisitScotland / Paul Tomkins

Si può raggiungere attraversando il lungo ponte Skye Bridge o con una traversata in traghetto più panoramica.
Qui si possono visitare il colorato villaggio di Portree, la penisola di Trotternish con spettacolari scogliere a picco sul mare, il castello Dunvegan, il faro di Nest Point e i monti Cullin per gli amanti dell’escursionismo.

Appena a largo della costa orientale dell’isola si trova Raasay, un piccolo gioiello che quest’anno ha ricevuto da Conde Nast Traveller il premio di “migliore isola da visitare”.

Merlose

Nella splendida provincia degli Scottish Borders, uno dei paesaggi rurali più belli della Scozia, sorge la graziosa cittadina di Merlose, ai piedi della montagna di Eildon Hills.

5 tappe da non perdere

Scott’s View, near Bemersyde, Melrose.
Credit: VisitScotland / Ian Rutherford

Nelle sue vicinanze si trova Abbotsford House la romantica dimora voluta e progettata da Sir Walter Scott. Si tratta di una delle case più famose del mondo che sorge nel luogo che ha ispirato l’opera del grande scrittore e poeta scozzese e che incarna perfettamente l’animo del suo ideatore. Proprio nel 2021 si festeggiano i 250 anni dalla nascita di Sir Scott, motivo in più per programmare una visita alla sua bellissima casa.

Gli itinerari e i luoghi da visitare in un luogo così ricco di storia e tradizione come la Scozia sono tantissimi.
Lasciati ispirare dai luoghi, dalla strada, dai racconti, dalle leggende e dai fairies.
Elfi, folletti, fate e tutte le creature che abitano la natura sono amichevoli e gentili, ma attenzione a non trattarli male perché possono diventare molto dispettosi!

Condividi su:

13 Condivisioni